Vai al contenuto

CHI SIAMO


ENOTECA SALVADORI

L'Enoteca Salvadori nasce a Genova nel lontano 1938 come una 'bottega' di vini toscani (vedi la nostra storia). Nel tempo si è evoluta fino ad oggi, in cui è una realtà che propone vini da tutta italia e da varie zone del mondo.

Enoteca Salvadori inoltre propone anche liquori, distillati, olio, gastronomia salata, dolce e tanto altro.

Ci dedichiamo continuamente alla selezione e alla ricerca di prodotti di qualità che ci entusiasmano e che ci piace riproporre alla nostra clientela.

Nel 2020 abbiamo deciso di mettere anche on-line la nostra competenza.

SALONI INTERNAZIONALI

Ci puoi trovare anche nei più famosi saloni internazionali.

Partecipiamo con il nostro stand ogni anno a varie fiere tra cui:

Vinitaly – Verona Italy

Prowein – Dusseldorf Germany

Buy Wine – Firenze Italy

LA NOSTRA STORIA

Siamo ormai lontani dal 1938, anno in cui nonno Cesare e nonna Sira decisero di trasferirsi dalle colline intorno a Firenze, a Genova dove, poco tempo prima, li aveva anticipati il fratello di Cesare per aprire una trattoria, neanche a dirlo, toscana!

Come tutti i “vinai” di allora, avevano la bottega ai piedi di quella che oggi è Corte Lambruschini.

I viaggi per trasportare il vino dalla Toscana alla Liguria erano infiniti.Cesare e Sira ebbero quattro figli (l'utimo dei quali, Bruno, nato per evitare a Cesare di essere chiamato per la Guerra); due femmine ma soprattutto due maschi….quelli utili per i lavori duri.

Dopo decisero di spostarsi in una bottega in Piazza Paolo da Novi e di prendere un appartamento al terzo piano dello stesso palazzo..casa e lavoro..insieme ai quatto figli che girellavano in mezzo ai fiaschi.

Sì, i fiaschi, prima c'erano solo quelli.

Qualche cliente anziano racconta di ricordare questa donna seduta su una sedia di paglia a “fare i fiaschi”.

Sembrano tempi lontani ma le piramidi fatte di fiaschi io me le ricordo bene….che belle!

Una volta arrivato a Genova il vino veniva imbottigliato, anzi infiascato.

Prima in Corte Lambruschini e dopo in un fondo di Via Montevideo.

Il legame con la Toscana è sempre rimasto ben saldo.

Finchè un giorno il giovane ed intraprendente Bruno, decise di comprare una cantina con catena di imbottigliamento a Vinci.

A quel punto i debiti non mancavano.

Giuseppe e Bruno, rimasti orfani, non avevano domeniche, solo lunedì.

Al massimo potevano impiegare qualche ritaglio di tempo nel ristrutturare casa.

Eh, sì, perchè il tempo passa, si lavora, ma bisogna anche pensare a metter su famiglia.

Anche l'amore, guarda caso, doveva essere enologico! Giuseppe si sposò con la commessa dell'enoteca.

Bruno, nei suoi viaggi in Toscana aveva notato una giovane e spensierata studentessa universitaria che per aiutare nell'acquisto dei libri, andava talvolta a vendemmiare.

Un giorno che Bruno doveva andare in Toscana, chiese al fattore di arruolare la ragazza, Giuliana.

Bruno voleva fare conoscenza con Giuliana ma ebbe una bella sorpresa.

Quel giorno c'erano gli esami all'università così si presentò il babbo di Giuliana….futuro suocero di Bruno! Per lui non fu esattamente la stessa cosa 🙂

Ma alla fine ce l'ha fatta!!

Bruno si presentava sotto casa sua dicendo alla futura suocera che aveva voglia di prendere un caffè…200 km per un caffè…non molto credibile.

Alla fine Guliana dovette cedere.

Nel frattempo la bottega stava diventando un'enoteca con bottiglie di vini toscani ma anche piemontesi.

Questa terza generazione ha nel dna la voglia di fare bene il proprio lavoro, credere nelle passioni e guardare oltre, consapevoli che c'è sempre da imparare….ed insegnare alla quarta generazione che già respira piacevoli note fruttate di uva al sole!

Torna al Negozio

vai alla pagina del negozio